Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/telesantagalla/blog/wp-includes/cache.php on line 36

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/telesantagalla/blog/wp-includes/query.php on line 21

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/telesantagalla/blog/wp-includes/theme.php on line 540
…e Noi Ci Inventiamo Un Blog!
Ottobre 09, 2008
Categoria: (...e quante ancora ne vedremo!| Teatro) Scritto da Alea

Ciao a tutti!

Il prossimo w-e andranno in scena al Teatro “In Portico” le repliche della commedia “Quante ne hai viste, Roma!” la storia di Roma raccontata con molto umorismo da un narratore d’eccezione, che qui non è possibile svelare, dalle origini ai giorni nostri.

Una serie di personaggi colorati e un po’ fuori di testa attraverseranno quasi duemila anni di storia.
L’ingresso è ad offerta libera, e l’intero incasso, al netto delle spese, sarà devoluto in beneficenza.

Tutte le info nella locandina qui sotto!

quante ne hai viste roma

E se ci fate anche un po’ di pubblicità non ci offendiamo!

Bella pe’ tutti!!

Macs.



Luglio 08, 2008
Categoria: (...e quante ancora ne vedremo!) Scritto da Alea

vacanze

Salve a tutti, da Telesantagalla è l’admin del blog che vi parla, la misteriosa entità che ha messo su questa baracca: Alea! E’ arrivata l’Estate (si, proprio con la E maiuscola!) e il blog si prende un lungo periodo di pausa dato che, finite scuole e università, noi si va tutti in vacanza! Comunque durante l’estate ci saranno un po’ di lavori di ristrutturazione e ridefinizione del blog: io vorrei portare avanti questo esperimento e mi impegnerò con tutta me stessa per farlo e spero di ricevere un po’ più di aiuto di quello che ho ricevuto fin’ora. La speranza è l’ultima a morire! Vi invito, nostri cari lettori, ad iscrivervi ad i Feed RSS (bottone arancione in alto a destra nella barra laterale) per rimanere aggiornati sulle nostre iniziative e per keep-in-touch con il blog. Sin da subito vi annuncio che i GdSG ad Ottobre replicheranno il loro ultimo successo, “Quante ne hai viste, Roma!” e ovviamente qui dal blog vi aggiorneremo su tutte le informazioni, i backstage, i pettegolezzi e sull’andamento delle corse dei cavalli! Ah, no spe ho sbagliato…quelle le potete trovare sul blog di Luca…no spe ho sbagliato di nuovo, è su quello dei Rivombrosa…argh no spe…ma a voi chevvene frega alla fine delle corse dei cavalli?

Buone vacanze a tuttiiiiii!!



Giugno 29, 2008
Categoria: (WeTube) Scritto da Alea

Ecco a voi i mitici Gian & John!



Giugno 01, 2008
Categoria: (Teatro) Scritto da Alea

Dopo Alessio, ecco invece l’intervista di Silvia!! E non dimenticate: Il Castello dei Sorrisi vi aspetta, mi raccomando!
silvietta
Intervistatrice: Sia te che tuo fratello da anni ormai fate parte del gruppo de I Ragazzi di Santa Galla: non vi hanno accettato in nessun’altra compagnia o perchè il Teatro in Portico è vicino casa?

Silvia: A me piace pensare che le compagnie facessero a botte per avermi con loro e io ho scelto il Teatro in Portico perchè era vicino casa, ma la realtà è ben diversa…sono stati gli unici che si sono mossi a compassione e mi hanno preso!!!

I: Anche per te un’attività sola non basta, visto che sei attrice ma anche direttrice di scena. Sei ricorsa alla clonazione? Quale dei due ruoli preferisci?
S: Mi piace rendermi la vita difficile…per la clonazione ci ho pensato ma senza buoni risultati! Li amo entrambi, anche se sono due ruoli completamente diversi, entrambi mi dannno la possibilità di aiutare chi è meno fortunato di noi regalandomi emozioni e amici con cui condivido momenti di gioia, difficili, di stanchezza, amici che camminano nella stessa mia direzione! Leggi il contenuto del post »



Maggio 24, 2008
Categoria: (Eventi| Teatro) Scritto da Alea

castello

Immaginate un Regno, un castello, un Re e una Regina e tutti i suoi cortigiani al seguito, una storia come tante altre, apparentemente, se non fosse per il nostro Re che non sorride più da diverso tempo.
Il suo fidato consigliere e lo stravagante giullare organizzano un’esilarante sfida tra pittoreschi personaggi che ricorreranno a tutto pur di vincere.
Ma non c’è sorriso che nasce se non c’è un cuore nobile d’animo che sappia aprirsi all’altro…
Ecco che il musical si rende protagonista e con le sue musiche accompagnerà Teodoacre alla scoperta della vera felicità, il suo sorriso nascerà grazie ad un altro sorriso e il grande regno di “Ossiros” aprirà il suo cuore a tutti voi!!!
Le musiche, i colori, le spettacolari scenografie, i fantasiosi costumi e il testo allegro, rendono lo spettacolo adatto a tutte le età, dai più piccini ai più adulti.

I Ragazzi di Santa Galla ti aspettano al teatro “IN PORTICO” nelle seguenti date:

DOMENICA 25 MAGGIO 2008 ORE 18:00
MERCOLEDI 28 MAGGIO 2008 ORE 21:00
GIOVEDI 29 MAGGIO 2008 ORE 21:00
VENERDI 06 GIUGNO 2008 ORE 21:00
SABATO 07 GIUGNO 2008 ORE 21:00
DOMENICA 08 GIUGNO ORE 18:00

Costo 10,00 euro
Sono disponibili anche riduzioni a 5,00 euro e sconti famiglia e comitiva.
Come sempre, l’intero incasso sarà devoluto in Beneficenza per i tre progetti che seguiamo da anni in Brasile, Congo ed India.

Per maggiori informazioni:

Sito internet:
www.ragazzisgalla.altervista.org

Indirizzo e-mail:
[email protected]



Maggio 12, 2008
Categoria: (Eventi| Iniziative) Scritto da macs

Sabato 17 maggio 2008 verrà presentato al pubblico l’atteso DVD de “Il Villaggio Nascente” realizzato dalla “M’artwork - creative productions“. La nota fucina delle Arti ha realizzato una confezione che prevede un Box con due dischi: il disco 1 contiene il primo tempo dello spettacolo e una photogallery collettiva, ovvero realizzata con i contributi fotografici degli.. attori. Il disco 2 custodisce invece il secondo tempo dello spettacolo e un video del backstage.

La trasposizione televisiva de “Il Villaggio Nascente” non era cosa semplice, principalmente per la complessità di uno spettacolo che poteva avere più piani di lettura. Ecco dunque che il montaggio video che viene proposto al grande pubblico restituisce un Villaggio Nascente vivo, che si integra perfettamente e perfettamente si sposa con la versione teatrale. Un evento imperdibile, dunque, sia per tutti coloro che avendo amato “Il Villaggio Nascente” a teatro, volessero riviverne pienamente le emozioni, sia per tutti coloro che, non avendo avuto modo di vederlo in scena, potranno scoprire questo spettacolo così denso di significato in una delle sue metamorfosi più riuscite.

Montaggio video e grafiche a cura di M’artwork - creative productions.

La presentazione del DVD è fissata per sabato 17 maggio alle ore 20.00 nei locali della parrochia di Santa Galla.



Maggio 12, 2008
Categoria: (WeTube) Scritto da Alea

Si aggiorna la parte multimediale del sito con l’aggiunta delle foto dello spettacolo 2006 intitolato “…E noi ci inventiamo un varietà”. Ecco svelato inoltre da dove proviene il titolo di questo blog! :P

…E Noi Ci Inventiamo un Varietà


Maggio 11, 2008
Categoria: (Eventi) Scritto da Alea

Il messaggio della Pentecoste è l’importanza dell’impegno e della testimonianza, e secondo me questa poesia incarna alla perfezione questi concetti, ed ho sempre cercato di ricordarla in ogni momento, perché è davvero una guida.

Rifiutate di mettere la vostra vita in garage.
Ma rifiutate anche
l’avventura in cui l’orgoglio ha più spazio del servizio.
Denunciate, ma per esaltare.
Contestate, ma per costruire.
Che la vostra rivolta con la sua collera sia amore.
Ma tutto sarà salvato se saprete amare.
Non qualche volta, occasionalmente,
ma con grande determinazione e perseveranza
E tutti i giorni. Sempre.
Non perdetevi d’animo, non mollate, non rinunciate.
Non ascoltate i meschini che,
per tradire più tranquillamente il loro dovere,
si dicono: “Non serve a niente“.
Ridete in faccia agli scettici, ai prudenti, ai furbi,
a coloro che mettono la loro vita in conserva
e che già da piccoli pensano alla pensione.
Acclamate o denunciate, siate entusiasti o indignati,
ma non siate mai
neutri,
indifferenti,
passivi,
rassegnati.
Fate qualcosa della vostra vita.

Raoul Follerau

spirito santo



Maggio 09, 2008
Categoria: (Quante ne avemo viste...) Scritto da macs

E’ passato poco più di un mese dalla fine dell’ultima replica di “Quante ne hai viste, Roma!“, e mi rendo conto solo oggi di non aver dato ancora risposta ad una domanda che molti mi (ci) hanno fatto: Ma quali sono stati i frutti del nostro lavoro?

Beh, rispondere a questa domanda è più complesso di quanto si possa pensare. I frutti del nostro lavoro, infatti, sono molti e di molte specie. Ci sono frutti immediatamente visibili e quantificabili e frutti meno evidenti ma non di meno altrettanto importanti.

Tra i frutti più evidenti del nostro lavoro ci sono senz’altro i soldi raccolti. Le quattro repliche di “Quante ne hai viste, Roma!“ hanno totalizzato ben 3900 (tremilanovecento) Euro, la maggior parte dei quali donazioni in supporto dei nostri progetti. L’allestimento dello spettacolo, euro più euro meno, ha avuto un costo di circa 700,00 euro, cifra che è andata a coprire i costi per le scenografie, i costumi, le musiche, il noleggio dei microfoni, la SIAE e quant’altro.

Abbiamo quindi raccolto e destinato in beneficenza la bellezza di 3200 euro (tremiladuecento) euro. Per uno spettacolo amatoriale organizzato da una parrocchia mi sembra un risultato di tutto rispetto! Ci tengo inoltre a precisare con orgoglio e soddisfazione che quest’anno i costi di allestimento sono stati di gran lunga inferiori a quelli sostenuti per altri spettacoli, a fronte di un “incasso” nettamente superiore. Un grande applauso a tutti noi e a tutti coloro che ci hanno sostenuto!!

Ma il successo, se mi si passa il termine, del nostro lavoro è evidente anche sotto altri e differenti aspetti. Mi riferisco non tanto e non solo al gran numero di persone che ha assistito alle repliche (anche se, ad essere sinceri, si può fare meglio), ma anche e soprattutto a quello che queste persone hanno percepito vedendo lo spettacolo.

Uno spettacolo assolutamente comico (merito anche dei due autori-registi, diciamolo pure!), infatti, messo in scena con divertito entusiasmo è stato portatore di un messaggio forte di unità e di comunione fraterna tra le persone. Il pubblico ha visto sul palco non un gruppo di ragazzi della parrocchia che hanno fatto una.. recita, ma un gruppo eterogeneo di persone che, all’interno di un percorso di fede, si sono impegnate con convinzione e slancio in un progetto (quello della beneficenza) del quale lo spettacolo è solo la punta dell’iceberg.

E la stragrande maggioranza dei complimenti che ci sono piovuti addosso sera dopo sera, rivolti ora al recitato, ora alle scenografie e ai costumi, ora alla parte musicale o coreografica, alla fine andavano in un modo o nell’altro a sottolineare proprio quest’aspetto di comunione, fraternità e amicizia così evidente. Ed è da questi aspetti, da questo progetto, da questo cammino che, in definitiva, le persone sono state colpite prima ancora che dallo spettacolo in sé.

C’è dunque da rendere grazie al Signore per tanta abbondanza di frutti, nella consapevolezza di essere strumenti nelle sue mani, matite che Egli usa per i suoi progetti.

Alla prossima avventura!

Macs.



Maggio 05, 2008
Categoria: (Teatro) Scritto da Alea

Oggi è 5 Maggio, siamo ormai in primavera inoltrata, profumi sempre più estivi permeano le strade di Roma, e mancano ormai solo 17 giorni alla prima dello spettacolo de I Ragazzi di Santa Galla, come sottolinea anche il countdown presente nel loro sito (evidentemente noi pseudo-attori siamo tutti masochisti). Infatti il 24-25-28-29 maggio e il 6-7-8 giugno porteranno alle luci della ribalta il loro ultimo lavoro, “Il Castello dei Sorrisi“, un musical fiabesco con protagonista un re che non sa sorridere ma imparerà a farlo.

Il gruppo dei Ragazzi di Santa Galla è un po’ la radice dell’albero dei vari gruppi giovanili parrocchiali, quali il nostro, i Giovani di Santa Galla, e quello degli adolescenti, le Nuove Leve di Santa Galla: spesso molti si chiedono perchè loro, essendo il gruppo storico e quindi quello più anziano, continuino a chiamarsi i “Ragazzi”, e la risposta è che al di là dell’età fisica, sono in realtà un gruppo di “adulti mancati”, sempre pronti a scherzare e a ridere in compagnia! Questo non vuol dire che non siano persone serie: il loro impegno sul palcoscenico è sempre a scopi benefici, in quanto il ricavato della vendita dei biglietti degli spettacoli vanno sempre e comunque in beneficenza, per i progetti che sosteniamo come parrocchia.

Tra i membri di quest’allegra combriccola che a breve allieterà il pubblico del Teatro in Portico c’è anche uno dei nostri registi, Alessio de Rubeis, che si è gentilmente prestato a rispondere ad alcune domande di una piccola intervista per saperne di più sulle sue idee sull’esperienza del teatro. Buona lettura e mi raccomando, non perdetevi “Il Castello dei Sorrisi”!

giullare

Intervistatrice: Prima domanda, anzi più che una domanda è un presupposto necessario affichè l’intervista avvenga: sei davvero Alessio o sei Max?
Alessio:
Sinceramente il dubbio me lo avete fatto venire.. comunque sulla mia carta d’identità c’è scritto “Alessio”, sempre ammesso che quello nella foto del documento sono io e non Max; però direi di poter essere abbastanza sicuro di essere Alessio!

I: Sei regista e attore: carenza di personale? Hai mai pensato di darti all’ippica?
A: Carenza di personale? Direi di no… ne ho talmente tanto che devo dividerlo in due ruoli… anzi… sto pensando se è il caso di fare anche il pubblico. Comunque sono dell’idea che ogni bravo attore deve essere, nel suo piccolo, anche regista perché quando è sul palco si troverà a prendere decisioni e dovrà farlo tenendo conto della regia… Leggi il contenuto del post »